Per conoscerci meglio

Biografia

Sonia La Licata, in arte Nelly Wilson, nasce il 22 luglio del 1993 a Roma. Il suo incontro con la pittura avviene per caso, nell’incessante ricerca di uno sfogo artistico in grado di far esplodere la sua carica passionale ed emotiva. Inizia così questo percorso artistico da autodidatta. Prende forma un dialogo tra io e mondo, da cui scaturiscono opere che raccontano un viaggio tutto interiore. Un teatro dunque, dove ogni atto prevede l’ingresso in scena di maschere disciolte dall’armonico uso del colore, dagli effetti di luce con esso prodotti e dalla musicalità delle forme.

Un modo di dipingere molto semplice, che spazia tra realismo e trasfigurazione della realtà stessa, che fin dalla tecnica, ci immerge in questa narrazione scheletro di tutte le sue opere.

Si accompagna alla pittura una predisposizione naturale verso la letteratura. Accanto all’uso del colore, in questa allure di emozioni, prende vita e si sviluppa la sua predisposizione verso la poesia. Scrive diversi componimenti poetici, rifinitura pregiata di una tessitura narrativa articolata.

Una fusione di note dunque, che attraversano le due forme d’arte, per generare un’unica dolce e prolungata melodia. Una breve sospensione dal tempo e dalla realtà, alla ricerca di un’intimità che permetta di legare spirito, anima, corpo e materia.

Nel 2011 fa il suo debutto nella mostra personale “Dannatamente Donna” al Caffè Fandango. Undici opere su legno e tela, che ripercorrono la natura femminile in tutta la sua complessità ed in tutte le sue sfaccettature. Con “ Dannata-mente donna” attiva quindi il suo percorso poetico avvalendosi di un linguaggio che poggia le sue basi nella presentazione di figure femminili, per restituirci un’immagine della donna non come statica icona di bellezza, ma come rappresentante della complessità della natura umana stessa. Dove è messo in scena il dualismo e la presa di coscienza, dove si tocca con mano la difficoltà, la riflessione di una donna che porta il peso di questo contrasto, a scapito a volte di una non identità.

Nel 2012 vince il premio letterario “Una voce , un’emozione”. La poesia “L’Essere”, viene onorata con la recitazione dell’attore, Franco Picchini. Mentre, in campo pittorico, partecipa all’evento Week’end Art, a Civitella D’Agliano, nella suggestiva Torre dei Monaldeschi. Anche qui, nel suo modo d’esporre evince nuovamente lo scontro con l’anima. Questa volta meno violento, più curioso. Ne “ Il Cappello Magico” , i colori sono chiari, le tonalità si fanno più tenui; la donna si re-inventa in abiti inusuali, gioca con la propria immagine e sensualità. Il volto è coperto come quello di chi ama giocare, senza uscire totalmente allo scoperto. Il percorso, ci fa allontanare dalla realtà, portandoci nella riflessione interiore. Gradino per gradino, tra specchi raffiguranti poesie, volti coperti e sotto le note di Einaudi; che come onde spingono, parola per parola, la poesia che racchiude il significato massimo della mostra: L’essere.

Nel 2015 la troviamo di nuovo protagonista, al ristorante “Dal Pannocchia” sito in Roma nord. Trovando una nuova sperimentazione dell’anima, un’espressione d’arte dove prevalgono colori più tenui, nel tratto delicato di matite e acquerelli. Nel contrasto con la tecnica, note di forza e tenacia, scorgiamo nei personaggi: perlopiù guerrieri. Nel viso di donne, che appaiono sensuali e rassicuranti, che però come nel taoismo, conservando la loro femminilità (Yin) non rinunciano alla parte maschile interiore (Yang).

Nello stesso anno, in piazza Duomo a Orvieto, le sue opere raggiungono il loro culmine massimo. Una tangibile maturità interiore e artistica. La duplice forma in questo nuovo teatro artistico, è una donna-madre: colei che tutto rigenera e trasforma. La protagonista della sua ricerca, è nuovamente al femminile, ma molto più filosofica. L’inizio e la fine di ogni cosa. Una donna- divinità, passionale, e al contempo piena di libertà… madre natura.

Mettiti in contatto

Compila il form e inviaci una mail

Indirizzo

Vicolo del Forno, 13 

00036 Palestrina (RM)

Chiamami

327 1673540

Email 

info@nellywart.it